L’amministrazione di Monghidoro?

Poche idee ma confuse!

La Sindaca di Monghidoro infatti enuncia volontà e principi di buon senso e condivisibili, ma compie scelte che vanno esattamente nella direzione contraria.

POCHE IDEE MA CONFUSE

Valutando i primi sei mesi di questa amministrazione, appare sempre più evidente una imbarazzante confusione di idee.

La Sindaca di Monghidoro infatti enuncia volontà e principi di buon senso e condivisibili, ma compie scelte che vanno esattamente nella direzione contraria.

Dichiara

di voler valorizzare e tutelare le associazioni presenti sul territorio, ma approva un regolamento che le penalizza;

di voler tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini, ma rifiuta di adottare un regolamento che normi la installazione delle centrali a biomasse;

di voler combattere l’evasione fiscale, ma sceglie di rinunciare per l’anno 2016 ad incassare € 62.000 di tasse non pagate.

Accusa l’opposizione di portare allo sfascio le casse comunali, dimenticando che a governare è lei.

La reazione scomposta e per niente elegante apparsa in questi giorni sul sito del Gruppo di maggioranza, purtroppo manifesta una preoccupante insofferenza verso chi, educatamente e garbatamente, esprime il proprio dissenso.

Il Gruppo Consiliare Democratici Monghidoro, nel rispetto del suo ruolo, esprime le proprie considerazioni solo sulla base di ciò che vede e le critiche sono solo nel merito, non su posizioni precostituite.

Gruppo Consiliare

Democratici Monghidoro