finalmente da gennaio a Monghidoro ci sarà l’asilo nido

Fin dall’inizio della legislatura eravamo gli unici a credere nella necessità di istituirlo, per cercare di contrastare lo spopolamento del nostro paese, da parte soprattutto delle giovani coppie. Più volte, invece, la Sindaca aveva sostenuto che lasilo nido non serviva perché non c’erano richieste.

 

GRUPPO CONSILIARE “DEMOCRATICI MONGHIDORO”

 Nel Consiglio comunale del 27 ottobre finalmente è arrivato alla conclusione liter consiliare per l’istituzione dellasilo nido a Monghidoro.

Non è stato un percorso semplice!

 Fin dall’inizio della legislatura eravamo gli unici a credere nella necessità di istituirlo, per cercare di contrastare lo spopolamento del nostro paese, da parte soprattutto delle giovani coppie.

Più volte, invece, la Sindaca aveva sostenuto che l’asilo nido non serviva perché non c’erano richieste.

 Anche per l’ultimo atto, l’approvazione del regolamento comunale, abbiamo assistito a un incomprensibile comportamento dell’Amministrazione, che ha presentato verbalmente, un minuto prima della votazione, un emendamento molto simile a quello che avremmo presentato noi.

Alla fine di tutto però quello che conta è il risultato, e cioè che dal 1° gennaio 2020 l’asilo nido sarà per Monghidoro una realtà, anche se in alcuni casi le nostre idee non combaciano con quelle dell’Amministrazione comunale.

Noi abbiamo sempre sosteniamo che:

  • l’asilo nido deve essere gestito professionalmente da personale qualificato e deve essere funzionale alle esigenze delle famiglie, anche per quello che riguarda gli orari di fruizione del servizio;
  • i criteri di assegnazione del servizio ai gestori devono essere chiari e trasparenti e devono rispettare la logica delle gare pubbliche;
  • le graduatori per determinare gli aventi diritto devono corrispondere ad una logica di equità sociale e di effettivo bisogno;
  • la retta deve essere alla portata delle famiglie e garantire l’adeguato rapporto col loro reddito, basandosi sul parametro ISEE.

Per questo non abbiamo condiviso la scelta dell’Amministrazione comunale di applicare una tariffa fissa uguale per tutti, indipendentemente dal reddito. Tale scelta è discriminante e in contrasto con le indicazioni della Regione Emilia Romagna, che per l’istituzione di tale servizio darà un contributo economico al Comune non irrilevante. Questa scelta farà sì che quella dell’asilo nido sarà l’unica tariffa, per un servizio alla persona, a essere svincolata dalla certificazione ISEE e il nostro sarà l’unico Comune del nostro territorio ad applicare tale metodo.

Monghidoro 1 dicembre 2019